I NOSTRI VIAGGI 926 diari 774.622 chilometri 10.339 giorni di esperienza

PINEROLO - PARIGI

2017

Visite diario: 767

Scritto da Davide Manavella Mercoledi, 30 Agosto 2017
Ultimo Aggiornamento: Mercoledi, 30 Agosto 2017

Partenza da casa fino alla mitica Tour Eiffel, passando per le Alpi e la bellissima Borgogna con le sue ciclabili e l'indimenticabile canale!

DATI
Partenza Agosto 2017 Giorni pedalati 14
Km. pedalati 750 Viaggio in solitaria NO
Sterrato 0-25% Presenza di bambini NO
Dislivello 1000-3000 Pedalato in
Stati interessati Sistemazioni utilizzate
Non Soci Antonella
Soci partecipanti
DIARIO

La nostra seconda esperienza di cicloviaggio io e la mia ragazza Antonella decidiamo di farla in terra francese fino alla capitale Parigi. La partenza è da Usseaux, un paesino sotto Sestriere. Abbiamo dormito in strutture ed in case private potendo così testare di persona la dolce accoglienza francese.

1° Usseaux Briancon 53,6 km

La prima tappa ci vede partire un poco sopra Pinerolo per renderla diciamo .... più easy! Arrivati alla straconosciuta Sestriere si riscende fino a Cesana per poi risalire il colle del Monginevro. Dalla cittadina di confine al Briancon una lunga e bella discesa.

Image title


 2° Briancon Grenoble 113,5 km

La colazione del mattino è servita.... il col du Loutaret! Affrontiamo con calma questi primi stupendi 27 km di salita, non estrema ma sempre costante. Dopo le foto di rito una lunga panoramica discesa, a tratti ripida a tratti no, ci porta alle porte di Grenoble. 

Image title


3° Grenoble Le Grand Lemps

Da Grenoble (splendida cittadina a misura di bici) seguiamo la ciclabile del "chemin de la digue" la quale, immersa nella natura, ci porta fuori dalla città. Lasciata la ciclabile svoltiamo verso nord all'altezza del paesello di Morais. Da li inizia un sali e scendi molto duro che ci porta a Le grand Lemps, un piccolo paese con la stazione, la quale ci permette di raggiungere Lione i treno ed evitare così chilometri e chilometri di noiosa periferia industriale. A Lione di fermeremo un giorno in più per visitare questa bellissima città e degustarne le prelibatezze.

4° Lione Macon 81km

Tappa che, dopo aver lasciato Lione seguendo le sue piste ciclabili, segue le sponde del fiume Saone. Dal km 35 il percorso è totalmente sterrato ma il fondo è buono. Il fiume ci accompagna per tutta la tappa ed è bello fermarsi nei numerosi bar che sorgono lungo il suo percorso. La ricorderemo come la tappa più tranquilla dela viaggio. 

Image title


5° Macon Chalon sur Saone 77,4 km

La tappa del mio compleanno si svolge tutta su una splendida ciclabile che collega Macon a Chalon sur Saone, la porta della Borgogna. Derivata da una vecchia ferrovia la ciclabile inizialmente sale abbastanza ma, raggiunto l'ex tunnel ferroviario, prosegue in leggera discesa costeggiando paesini da favola. L'unica pecca è l'assenza di fontanelle per l'acqua, lacuna questa che abbiamo riscontrato per tutto il viaggio. 

6° Chalon sur Saone Digione 84,7 km

Una delle tappe più belle. Seguendo sempre gli itinerari cicloturistici, passiamo nel cuore della zona viticola della Borgogna. Immersi nelle vigne pedaliamo fino a raggiungere Beaune, dove finalmente beviamo anche noi. In un susseguirsi di tenute, vigneti e docli colline si arriva a Digione proprio prima di un temporale!

Image title


7° Digione Buffon 116,7 km

Da Digione inizia il Canale della Borgogna, ovvero un canale navigabile di più di 250 km che attraversa questa regione per collegarsi con la Senna. Noi ne seguiamo il percorso innamorandoci delle numerevoli strutture residenziali delle chiuse presenti. Le chiuse ogni tanto costringono a strappetti (che diventeranno discese nella seconda parte della tappa) ma lo sforzo viene ripagato dalla natura che ci circonda e dagli incontri con le navi che solcano questa via d'acqua. Dal punto di vista naturalistico la tappa più bella.

8° Buffon Fleury 111,1 km

Si prosegue sul canale  fino alla fine dello stesso e si arriva, dopo una piacevole deviazione verso dolci colline la piccolo paesello di Fleury. Il giorno seguente arriviamo dopo pochi chilometri a Joigny dove prendiamo il treno per arrivare al Castello di Fontainebleau e, successivamente, a Melun. Questa scelta ci ha permesso di evitare più di 70 km da fare senza ciclabile  nella per niente attraente zona industriale parigina.

Image title



9° Melun Parigi 71,7 km

L'ultimo volo. Si parte e da subito seguiamo la ciclostrada lungo la Senna. I primi chilometri si percorrono tra periferie industriali  e piacevoli tratti residenziali ma sempre con la Senna al nostro fianco. Dopo un lungo tratto industrializzato il traffico cambia...i palazzi pure.... la ciclabile entra in un  lungo Senna ben più elegante fino a mostrarci lei....Notre Dame de Paris. Che Emozione! Parigi ha una ciclabilità meravigliosa ed è un piacere fare la passerella sugli champ elisee e le foto di rito alla Tour eiffel.

Image title

Image title


Varie:

Abbiamo dormito o in strutture a passo costo (IBIS Budget, Premier Classe etc) oppure mediante Airbnb presso case.

Il rientro è avvenuto in TGV, le bici le ho smontate (ruote e manubrio) per poi infilarli in una sacca fai da te che mi ero preparato. Nessun particolare problema.

L'ACQUA. Quasi assenti le fontanelle pubbliche è d'obbligo fare rifornimento appena si ha l'occasione.


COMMENTI
LASCIA QUI UN COMMENTO

INVIA
LOGIN SITO SOCI AIIC LOGIN FORUM FILTRI
CERCA PER PAROLA CHIAVE
GO
FILTRA PER ANNO
FILTRA PER NAZIONE
FILTRA PER TIPOLOGIA
DIARI RECENTI
Abruzzo Bike Tour 2019 04 Novembre 2019 Scritto da Luca Malossi
Istria 22 Ottobre 2019 Scritto da Andrea Agostini
Val Venosta - Belluno 22 Febbraio 2019 Scritto da Christian Bauer
MAPPA

Clicca sulla mappa per conoscere i nostri soci
LEGENDA
Viaggi in solitaria Bambini appresso Viaggio in pianura Viaggio con saliscendi Viaggio in montagna Campeggio libero Campeggio organizzato Ospitalità Camera in struttura
0-1000 1000-3000 3000-5000 5000-10000 10000+ 0% sterrato 25% sterrato 50% sterrato 75% sterrato 100% sterrato