I NOSTRI VIAGGI 907 diari 759.177 chilometri 10.142 giorni di esperienza

SARDEGNA CENTRO-SUD

2017

Visite diario: 418

Scritto da Alessandro Ziliani Domenica, 28 Maggio 2017
Ultimo Aggiornamento: nessuno

Settimana in Sardegna accompagnati da un tempo ideale e natura in fiore, tra colline e campi in fiore. Nuraghi che rendono la storia millenaria dell'isola.

DATI
Partenza Aprile 2017 Giorni pedalati 7
Km. pedalati 502 Viaggio in solitaria NO
Sterrato 0-25% Presenza di bambini NO
Dislivello Pedalato in
Stati interessati Sistemazioni utilizzate
Non Soci gaia
Soci partecipanti Alessandro Ziliani
DIARIO

Treno per Genova e traghetto per Torto Torres. Spazio passaggio ponte splendido.

Sbarcati pedaliamo fino a Sassari dove prendiamo altro treno per Abbasanta. Ci piazziamo al B&B Losa che consigliamo vivamente a tutti. Scarichiamo i bagagli e, grazie a indicazioni per strade secondarie che ci permettono di pedalare tra campi in fiore, ulivi e pecore, visitiamo il nuraghe Losa e poi Paulilatino e il pozzo di santa Cristina.

Abbasanta – Barumini 92km. Passiamo a rendere omaggio alla casa di Gramsci a Ghilarza e poi per la diga sul Tirso. Strada pochissimo trafficata e con paesaggi che ti entrano subito nel cuore. Fordongianus merita visita alla terme e alla chiesa di s. Lussorio. Rientriamo in paese per prendere la strada per Allaì, Ruinas e costeggiamo la Giara di Gesturi. Saliscendi ma vale la pena. A Barumini visita obbligata a Su Nuraxi!

Il giorno dopo lo dedichiamo alla Giara di Gesturi; salendo da Setzu lo scenario è meraviglioso e arrivati in cima si incontrano subito i cavallini… stagni in fiore. Giriamo tutto il giorno e vale quanto un safari africano.

Barumini – Villaperuccio 97km. Panorama sempre emozionante, facciamo qualche giro largo e una deviazione assurda per chiesetta di S.Elia che ci porta su e giù e fuori strada, quindi proseguiamo per una secondaria che ci porta a Santadi, dove sarebbe logico fermarsi… noi proseguiamo per Villaperuccio per visita alla necropoli di Montessu che ne vale assolutamente la pena.

Villaperuccio – Santadi – Teulada e lungo la costa del Sud fino a Torre Chia. Calette e spiaggette da Sardegna dei depliant.

Torre Chia – Cagliari. Si riescono a fare delle strade secondarie e c’è anche un tratto di ciclabile, poi ci spingiamo oltre e dobbiamo ritornare indietro per arrivare a Pula. Gli ultimi km per entare a Cagliare sono un incubo: sostanzialmente si è in tangenziale.

Cagliari merita sicuramente e anche tutta la zona verso Quartu ciclabile e tra canali e fenicotteri.

Da Cagliari rientriamo a Porto Torres in treno e di nuovo traghetto per Genova.

Alez e Gaia

COMMENTI
LASCIA QUI UN COMMENTO

INVIA
LOGIN SITO SOCI AIIC LOGIN FORUM FILTRI
CERCA PER PAROLA CHIAVE
GO
FILTRA PER ANNO
FILTRA PER NAZIONE
FILTRA PER TIPOLOGIA
DIARI RECENTI
Zimbabwe 2017 02 Dicembre 2017 Scritto da Alessandro Ziliani
BASILEA E LAGO DI COSTANZA 11 Novembre 2017 Scritto da Luciano Basso
Eroica senza fretta 11 Novembre 2017 Scritto da Luciano Basso
MAPPA

Clicca sulla mappa per conoscere i nostri soci
LEGENDA
Viaggi in solitaria Bambini appresso Viaggio in pianura Viaggio con saliscendi Viaggio in montagna Campeggio libero Campeggio organizzato Ospitalità Camera in struttura
0-1000 1000-3000 3000-5000 5000-10000 10000+ 0% sterrato 25% sterrato 50% sterrato 75% sterrato 100% sterrato