I NOSTRI VIAGGI 922 diari 772.988 chilometri 10.308 giorni di esperienza

TIRRENO - GRAN SASSO - ADRIATICO

2017

Visite diario: 478

Scritto da Matteo Forti Martedi, 23 Gennaio 2018
Ultimo Aggiornamento: Martedi, 23 Gennaio 2018

Italia centrale coast-to-coast, passando per il Gran Sasso e la Maiella, attraverso Toscana, Lazio, Abruzzo e Molise.

DATI
Partenza Giugno 2017 Giorni pedalati 10
Km. pedalati 750 Viaggio in solitaria SI
Sterrato 0% Presenza di bambini NO
Dislivello 5000-10000 Pedalato in
Stati interessati Sistemazioni utilizzate
Soci partecipanti Matteo Forti
PERCORSO
MAP-GPX TRACK-GPX
TRACCE GPX
Titolo Scarica
Orbetello-Calascio-Termoli
...traccia senza titolo
DIARIO

Italia centrale coast-to-coast, passando per il Gran Sasso, la Maiella e toccando alcune zone colpite dai recenti terremoti.

1) Il viaggio in treno fino a Orbetello porta via più di mezza giornata, dopo un breve giro in riva alla laguna pedalo poco più di 50km verso l'interno per raggiungere la prima tappa.

2) Giornata tra le colline della maremma grossetana bruciate dal sole. Sovana, città del tufo, con il suo parco archeologico, poco lontano Sorano, arrivo a Bolsena.

3) Esco dall'antico cratere che contiene il lago di Bolsena e mi dirigo verso Orvieto. Vista spettacolare della città da lontano. Rapido giro in città e riprendo la strada segundo il corso del Tevere su vie poco frequentate. Lascio la valle salendo verso Giove, poi arrivo ad Amelia.

4) Oltrepasso Narni e faccio tappa a Rieti prima di iniziare la salita verso la cascata delle Marmore. Pausa pranzo (con porchetta) nel parco presso le cascate. Riprendo su strade secondarie e qualche tratto di ciclabile fino alla tranquilla Rieti.

5) Salgo la bella strada verso il valico di Sella di Corno che mi porta in Abruzzo. L'Aquila si vede da lontano, arroccata e piena di gru all'opera. Sosto in città prima di proseguire per Assergi, sulla via per l'altopiano di Campo Imperatore.

6) La giornata più spettacolare del viaggio. La SS17bis mi porta verso il cielo con una salita impegnativa ma fattibile, poi attraverso i pascoli e le praterie dell'altopiano, all'ombra del Gran Sasso. Solo pecore, prati, rarissime auto e qualche moto. Compro mezzo pecorino da un pastore e una birra fredda in un rifugio. In lontananza la Rocca di Calascio. Scendo dall'altopiano infinitamente soddisfatto, consapevole di aver toccato l'apice di questa piccola avventura. Saluto Castel del Monte, sfioro la Rocca e mi fermo a S.Stefano di Sessanio.

7) Parto presto e dopo poco sterrato (un sentiero non proprio adatto alla mia bici con le borse) arrivo alla Rocca di Calascio. Gironzolo e faccio foto per un po' in quello che è stato il set di Ladyhawke. Discesa a valle, poi una statale poco bella fino a Sulmona. Ultimo tratto in salita verso Campo di Giove, ai piedi della Maiella.

8) Mattinata al fresco dell'ombra delle montagne, poi vento sul bell'altopiano delle cinque miglia. Salgo e scendo e incontro Roccaraso, Castel di Sangro, Rionero, il valico del Macerone e infine Isernia

9) Un po' di saliscendi, poi la strada prosegue senza grandi difficoltà per un lungo tratto, fino all'ultima parte di nuovo tra le alture fino a Campobasso, dove faccio tappa nel bel centro storico.

10) Seguo la statale del Biferno, trafficata ma senza difficoltà (ieri sono caduto girando per Campobasso e ho un ginocchio dolorante). Bello il passaggio sul viadotto del lago di Guardialfiera. Arrivo a Termoli e mi godo le bellezze della cittadina, con la sua parte più antica in riva al mare, la cattedrale e il castello svevo. Ottima mangiata di pesce, una notte di riposo e domani treno fino a casa.

COMMENTI

Matteo Forti
Scritto il 08 Maggio 2018
Grazie Oreste!

Oreste
Scritto il 04 Maggio 2018
Complimenti per il lungo viaggio, Se posso dare un piccolissimo consiglio, dato che sono molisano, consiglierei fortemente di evitare la salita che va da Pettoranello al santuario Santissima addolorata perchè pericolosa per le bici, ma optare per la strada che porta a Carpinone, poi indiprete. Infine alla bifernina preferirei la statale SS87, più sicura ma soprattutto più panoramica. Saluti. Oreste

LASCIA QUI UN COMMENTO

INVIA
LOGIN SITO SOCI AIIC LOGIN FORUM FILTRI
CERCA PER PAROLA CHIAVE
GO
FILTRA PER ANNO
FILTRA PER NAZIONE
FILTRA PER TIPOLOGIA
DIARI RECENTI
Altopiani Boliviani 27 Novembre 2018 Scritto da Matteo Colizzi
a Genova 09 Novembre 2018 Scritto da Ermanno Mombelli
Nella panza della Franza - Fino a Parigi dalla figlia... 09 Ottobre 2018 Scritto da Andrea Agostini
MAPPA

Clicca sulla mappa per conoscere i nostri soci
LEGENDA
Viaggi in solitaria Bambini appresso Viaggio in pianura Viaggio con saliscendi Viaggio in montagna Campeggio libero Campeggio organizzato Ospitalità Camera in struttura
0-1000 1000-3000 3000-5000 5000-10000 10000+ 0% sterrato 25% sterrato 50% sterrato 75% sterrato 100% sterrato