Da tripla a doppia se...

Telaio, gomme, ruote, gruppo, manubri, pedali...
Rispondi
Avatar utente
GattoQ
Moderator
Moderator
Messaggi: 1411
Iscritto il: 19 gen 2007, 11:29
Località: cesenatico
Contatta:

Da tripla a doppia se...

Messaggio da GattoQ »

Prima di fare una prova pratica..chiedo
se nella mia tripla tolgo la corona grande e quella centrale da 32 denti la sostituisco con una da 36 o da 38.. devo regolare o sostituire il deragliatore centrale? Grazie
Lavoravo per potermi godere il tempo libero.. ora sono in ferie ad oltranza!
Avatar utente
GattoQ
Moderator
Moderator
Messaggi: 1411
Iscritto il: 19 gen 2007, 11:29
Località: cesenatico
Contatta:

Re: Da tripla a doppia se...

Messaggio da GattoQ »

Ho fatto prima a mettere le mani sulla guarnitura...

Il perchè: mi ritrovo a viaggiare con la classica configurazione mtb 3x9
solo che la modalità di pedalata "turistica" e piuttosto agile non mi permette di utilizzare tutti i 9 rapporti posteriori
nel senso che ad usura pacco pignoni in realtà mi trovo con i primi 3 rapporti più piccoli quasi nuovi.
Mi chiedo allora che senso ha avere un pacco di pignoni così numerosi quando ne utilizzo circa 6?
In una mia mtb monto una trasmissione 2x10 e mi sono accorto che in effetti l'utilizzo del pacco pignoni è piuttosto completo.

Non che sia assolutamente necessario... ma per curiosità e prova ho messo le mani sulla guarnitura della mia bici da viaggio.
Ho tolto la corona più grande da 42 e ho inserito un paracatena (o bashguard),
ho inserito al posto della centrale 32 una 36
e lasciato la 22.

In pratica ho ora una trasmissione 36/22 (post 11/34).
mar.jpeg
Avevo dubbi sul posizionamento successivo del deragliatore ant. ma non l'ho mosso di un mm mentre, tramite vite di registro corona esterna, ho regolato e impedito il movimento sulla corona più grande (che ora non c'è più). Anche il manettino conseguentemente non fa più lo scatto ma resta utilizzabile solo su due posizioni.

Il collaudo ha sortito un buon funzionamento, pulito e silenzioso.
La precedente 32 era maggiormente utilizzabile su diverse pendenze senza l'esigenza di calare il 22:
la 36 non la si spinge su pendenze importanti e quindi è necessario il calo sulla piccola, il salto notevole si avverte ma è un attimo recuperare la pedalata ideale.

Come già detto.. non era un lavoro necessario
più una curiosità pratica.
Lavoravo per potermi godere il tempo libero.. ora sono in ferie ad oltranza!
Rispondi